SODIO C14-16 OLEFIN SOLFONATO: ‘promosso’ per sufficienza di prove

L’ultima generazione di solfonati, materie prime che vanno sotto il nome di Sodio C14-16 Olefin Solfonato, ha tutte le carte in regola per entrare a far parte dei detergenti sicuri per uso umano. Moderni sistemi di reazione portano infatti ad un prodotto finale dermatologicamente sicuro ed esteticamente accettabile. Il C14-16 AOS è un detergente più attivo di molti noti tensioattivi in tutte le situazioni di prova (temperatura, durezza, concentrazione). Particolarmente importante è la capacità di conservare intatta la capacità schiumogena anche in presenza di sebo, vantaggio notevole nei saponi in barra tradizionali e nei syndet. Per la grande solubilità a tutte le condizioni, legate al taglio della miscela di Alfa Olefine usata per la solfonazione, si comporta anche come un idrotropo. In presenza di altri surfattanti, riduce o elimina la necessità di usare solubilizzanti. Gli esempi applicativi in formule tipiche della detergenza mettono in evidenza l’elevato potere schiumogeno, la qualità omogenea e compatta della schiuma e la sua facilità di formazione. L’efficacia del C14-16 AOS è accompagnata da un alto livello d’innocuità nei confronti della pelle e dall’elevata biodegradabilità.