Selezione e combinazione degli ingredienti in formule per pelli reattive

Formulare cosmetici per pelli reattive significa perseguire due obiettivi:
1) evitare manifestazioni visibili e invisibili di intolleranza
2) evitare di indurre sensibilizzazioni.
Come definire una pelle reattiva? Alcune condizioni comportano situazioni favorevoli a ipereattività: anziani e bambini, fotoesposti, lavori umidi, situazioni di ridotta barriera, stati di disequilibrio. Per sviluppare formule per pelli reattive è necessario adottare una strategia formulativa concentrata su diversi aspetti: selezione degli ingredienti, qualità delle materie prime, controlli prototipo, controlli in produzione. Nella fase creativa si devono evitare o almeno ridurre al minimo indispensabile ingredienti irritanti o che risultano conosciuti come allergeni comuni, considerando anche tutte le possibili impurezze. Altri ingredienti quali emulsionanti, solventi e conservanti possono avere effetti negativi, da qui l’attenta scelta degli elementi di categoria più sicuri. Anche alcuni principi attivi possono essere considerati "indesiderabili” in queste formule speciali. Oltre alla semplicità formulativa è utile ricorrere ad ingredienti che possono essere in grado di combattere arrossamenti e irritazioni. Importante poi la scelta delle materie prime dal punto di vista della loro purezza e la valutazione della stabilità del prodotto finale.